Suzuki Ignis Hybrid è una macchina sobria, pratica e furba

L’abitacolo è ben realizzato, caratterizzato da un design moderno e da dinamici contrasti cromatici

0
573

Suzuki Ignis Hybrid è una macchina sobria, pratica e furba. Sobria perché con un listino prezzi a partire da 14.050 euro (per la entry level benzina 2WD) non ci si possono attendere gli interni di una Bentley; tuttavia l’abitacolo è ben realizzato, caratterizzato da un design moderno e da dinamici contrasti cromatici. Ma è soprattutto spazioso. E questo è una delle caratteristiche che rendono la Ignis pratica: in 370 cm di lunghezza c’è spazio per quattro passeggeri e un bagagliaio di 267 litri, 42 in più rispetto a quello della concorrente Fiat Panda.

Furba, infine, perché si propone non solo come il Suv più compatto sul mercato, ma anche come l’ibrida più piccola. Infatti il già noto sistema SHVS (Smart Hybrid Vehicle by Suzuki) non permette di circolare in modalità elettrica, ma è un ibrido a tutti gli effetti e permette di usufruire di tutte le agevolazioni dedicate alle green.

Il sistema ISG (Integrated Starter Generator) svolge una triplice funzione: motorino d’avviamento, motore elettrico di assistenza per supportare il 4 cilindri in fase di accelerazione e ripresa, accumulando elettricità attraverso il recupero dell’energia prodotta in frenata; alternatore per caricare sia la batteria tradizionale sia la quella agli ioni di litio dal peso di 6,2 kg posta sotto sotto il sedile anteriore.

Commenta l

SHARE
Loading...