Formula 1, ufficiale: dal 2018 tutte le monoposto avranno Halo

0
517

Tutte le monoposto di Formula 1 dovranno avere Halo, dal 2018. Il sistema protettivo eviterà che il pilota possa essere colpito da oggetti o detriti causati dai frequenti incidenti durante le gare.

Halo: stabilito in accordo con le squadre

Il 19 luglio la Federazione Internazionale dell’Automobile, organizzatrice del Mondiale di Formula 1, ha emanato il verdetto. Noto in italiano come “aureola”, Halo si monta intorno alla testa del guidatore e serve a impedire che oggetti o detriti gli arrechino danni. In Svizzera, a Ginevra, la decisione è stata assunta, dopo una riunione dello Strategy Group della FIA – la commissione che studia le regole della Formula 1 – a cui, per la prima volta, hanno partecipato tutte le scuderie di Formula 1.

Halo: look rivedibile, ma efficace

Ancora non è dato sapere come sarà l’aspetto dell’Halo. La FIA si è limitata a scrivere che “con il sostegno delle squadre, alcuni aspetti del suo design potrebbero essere migliorati”. Alcuni modelli si sono visti nei test, ma andranno verosimilmente apportate delle migliorie per la versione definitiva. La novità cambierà, e parecchio, l’aspetto delle auto di Formula 1. Sul suo conto già da qualche anno se ne parla e tutti i piloti si sono sottoposti ai test. All’inivio l’aveva totalmente bocciata il campione britannico Lewis Hamilton. “La modifica esteticamente più brutta nella storia della Formula 1”, aveva commentato. Opinione che, come riporta il Guardian, è presto cambiata, in seguito ad una presentazione, che ne ha illustrato i benefici sotto il versante della sicurezza.

Halo: scartate le soluzioni alternative

Halo è un cambiamento molto evidente, che modificherà di conseguenza l’aerodinamica delle monoposto. Nel 2016 è stato provato da 10 team del Mondiale di Formula 1. Ed alcune di loro avevano suggerito soluzioni diverse. Sebastian Vettel, nelle prove libere del Gran Premio di Silverstone, aveva, per esempio, fatto alcuni giri con il cosiddetto “shield”. Una specie di parabrezza, generalmente considerato più bello da vedere rispetto all’Halo. Tuttavia, il ferrarista aveva detto di aver avuto problemi di visibilità e, soprattutto, vertigini.

Commenta l

Loading...