Ferrari, ecco il nuovo sistema di sicurezza “Shield”

Il cavallino potrebbe testare il nuovo sistema già a partire dalla prossime prove libere del GP di Gran Bretagna

0
453

Sistema di sicurezza Shield. Secondo un’indiscrezione riportata dalla nota testata tedesca “Motor Auto Und Sport”, la Ferrari potrebbe testare il nuovo sistema di sicurezza “Shield” già a partire dalle prossime prove libere del Gran Premio di Gran Bretagna. Il sistema, nato per sostituire il tanto contestato sistema Halo, da sempre chiacchierato, è stato valutato dalle scuderie in quel di Shangai, ponendo una deadline di utilizzo fissata per il Gran Premio d’Italia, al rientro dopo la pausa estiva e in programma per i primi del mese di settembre.

La Ferrari vorrebbe però anticipare i tempi, montandolo in vettura prima dell’estate per raccogliere quanti più dati possibili in vista dello sviluppo per il 2018. Il sistema potrebbe così essere testato da entrambi i piloti della scuderia di Maranello (Sebastian Vettel e Miki Raikkonen), già nelle prime prove libere del venerdì mattina e verrebbe montato un prototipo messo a punto dalla stessa Ferrari.

Oltre alla ‘rossa’, anche la Mclaren (che si contende il mondiale piloti, oltre che quello costruttori, proprio con il cavallino nero), avrebbe richiesto alla Fia di provare questo nuovo sistema, anche se per quanto riguarda le ‘frecce d’argento’, originarie di Woking (con i propri piloti Lewis Hamilton e Valtteri Bottas), se ne parlerà solo dopo la sosta estiva e in vista del Gran Premio d’Italia, in programma nello Stivale a inizio settembre. E da allora lo Shield potrebbe diventare ulteriormente un punto di riferimento per tutti i piloti e le scuderie della Formula Uno, per sostituire definitivamente il tanto chiacchierato sistema Halo.

Commenta l

SHARE
Loading...